?

Log in

No account? Create an account

Tue, Jul. 18th, 2006, 01:30 pm

di questo ho voglia: di nuove emozioni, di nuove storie, di nuove idee.

ho riposato abbastanza, ho lasciato che scorresse tutto come un fiume lontanto e freddo ed ora conto le pietre smussate che ho messo al posto del cuore.

eppure so cosa dovrei fare, cosa dovrei sognare. dovrei lentamente dolcemente tornare dalle colline, riavvicinarmi al fiume... e buttarmi.

così da vedere l'acqua da dentro, sentirla sulla pelle, lasciarmi trascinare via con forza.

tra le dita ossa e stecchi che crederei fiori esotici. e guardandomi passare penserebbero: com'è bella la nostra ofelia, com'è bella.

mi bastano poche parole, qualche magia che mi stacchi da terra e mi faccia compiere il balzo. mi basta un'occasione.
e mi serve tutto il mio coraggio.

ho voglia di volare, di nuovo. e stavolta voglio volare per sempre.

perchè cosa siamo se non questo? giganti che volano lenti. uno pesante più della roccia, l'altro leggero come le bolle.
soli non siamo nulla, abbracciati invece stiamo in equilibrio e possiamo giocare ad acchiappare farfalle e stelle.

e non c'è niente di più bello che svegliarsi la mattina ed aprire gli occhi su sorriso che non è il tuo.

chiedo forse così tanto?

sì. chiedo tutto.

faccia a faccia con me stesso.


face to face

(la prima volta che lo vidi, su videomusic nel lontano 93 credo. devo a questa canzone molte delle mie passioni. comprese il make-up perfetto, le unghie scure e le banshee.
ma vidi questo video solo una volta e me ne innamorai perdutamente, registrandolo su una cassetta poi consumata a forza di rivederlo... non mi capitò più di riascoltare questa canzone da nessuna parte, nè di sapere chi fosse lei... il mio video iniziava a canzone già inoltrata e non sapevo nè titotolo nè band.
poi un giorno, per caso, presi in mano un cd di siouxsie and the banshees, twice upon a time per essere esatti, e in un angolo in basso a destra vidi una minuscola immaginetta bitmap con una scena del video. comprai subito. e fu un amore che ancora dura.
ritrovo ieri questo video grazie a youtube e stupidboy)

Fri, Sep. 30th, 2005, 07:22 pm
past and copy from my ego

può essere un po' di tempo che nessuno mi ama. lo ammetto. ma so solo io esattamente da quanto. custodisco questo segreto con la stessa efferata dolcezza di chi custodisce l'ultima delle sue reliquie.
non ho mai smesso di sperare, in fondo sono sempre un illuso, un dolce illuso cadavere squisito che offre sempre e comunque il petto. a chiunque.

non c'è buio oggi, c'è distanza forse. fuori dalla mia porta qualcuno ride, riconoscerei quella risata dovunque (e se la sentiste, la riconoscereste anche voi) ma io continuo imperterrito. questi rumori, queste parole, non quantificano che l'assenza, il misto di distanza che dolcemente scivola nell'immanenza.

è il reale a farmi paura lo so, le mille piccole increspature che si annidano fuori da questa porta, da questa finestra, da questa casa.
è la mia prigione, la mia prigione dolce, una prigione che mi sono scelto con accuratezza, con impazienza. per metterci il meglio di me e aspettare che sfiorisca.

spesso penso al domani, alla carne ancora attaccata alle ossa, ai silenzi. se mi descriverete a qualcuno, usate parole dolci vi prego, e un po' melanconiche. sono stato per voi quello che sono per me, un niente vestito di nero e fucsia.
ma in qualche modo mi piace di pensare che a qualcuno questo nero non spiaccia.

in fondo siamo animali deliziosi, impiccati sui glicini, guardiamo in bocca chi viene a coglierci. e abbiamo tanta paura di essere soli. tanta. così tanta che raccogliamo gocce di nettare e ambra e fingiamo che tutto sia felicità e saggezza.

ciò che vorrei sentire è la verità delle cose, la loro durezza. vorrei perdermi nell'osservare e nel sentire. e nel sospirare.

vorrei farvi ascoltare una canzone ma non posso. e allora terrò anche questa per me...
quasi fosse l'ultimo dei miei segreti.
quasi.

ps. d'ora innanzi mi trovate qui http://bandierabianca.splinder.com
passate a trovarmi. magari

Thu, Sep. 22nd, 2005, 08:39 pm


What Video Game Character Are You? I am Kong.I am Kong.



Strong and passionate, I tend to be misunderstood, sometimes even feared. I don't want to fight, I don't want to cause trouble, all I ask is a little love, and a little peace. If I don't get what I want, I get angry, and throw barrels and flaming oil at whatever's stopping me. What Video Game Character Are You?


i suspect that's not the right answer to me. i would like to be pinball or maybe asteroid. something simple and easy and ultimatley boring.

this is the first of my not new days of dreaming to go away.
but now i swear i will try as i can to travel far away from here.
i like italy, to be true, but is becoming boring and i'm boring enough to live in a boring place.

i just need the right situation, the right time, and some funds. i will find all.

for now i want to revert back to my old-punk style. that's enough. i've been a good-looking-boy for too much time, mainly because i was sacared of the evil eyes of people.

but, you know what? people don't watch me.

i don't exist. i'm like a beatufil, shiny, transparent little doll.

willing to be filled.
yep

geek!!!

Fri, Jun. 24th, 2005, 09:37 am
stanotte

stanotte ho sognato violentmia
era bella come e più di sempre, vestita di nero
e truccata per un servizio fotografico
capelli neri cotonati un po' alla robert smith
ma soprattutto ricordo smalto sgargiante
e i suoi occhi, bellissimi

nello stesso sogno c'era una sua amica
che conobbi tempo fa, vestita semplicemente
come me che indossavo solo dei jeans
e una camicia nera

abbiamo parlato un sacco
in inglese principalmente
e mi piaceva moltissimo il suo accento.

e poi ho sognato anche qualcun'altro
che non so chi fosse perchè non l'ho mai visto
mentre nel sogno era chiaro era
beh
il suo fidanzato.

in una cascina vecchia immersa in colline verdi
con prati di erica bassa
abbiamo fatto delle foto
parlando e ridendo
con io che sfuggivo al fotografo
e il fotografo che mi tirava sempre per la camicia

poi stamattina mi alzo e scarico la posta
e scopro che mi ha lasciato un messaggio qui su LJ
e così, mi trovo a pensare, a volte le coincidenze esistono.

un bacio
velvet

p.s. grazie gwineth per essere passata da queste parti.
quello che dici, sì lo sono stato.
ma quello che sono ora?
non lo so. devo ancora scoprirlo.


Mon, Jun. 20th, 2005, 01:44 pm
nothing more

alla fine ci sono, ci sono sempre.
sebbene conosca solo il silenzio
e non abbia più storie da raccontare
ci sono
osservo e sono in ascolto.

aspetto un compimento
qualcosa che ancora non conosco
qualcuno, forse

aspetto, sulla riva del fiume
che passi
il mio cadavere...
sono io il mio peggior nemico.

Fri, May. 20th, 2005, 09:30 pm

the cure. la cura. avevo bisogno di loro perchè mi curassero, mi pulissero il cupo disordine che portavo tra le costole. putroppo fu un sogno malnato. ne' più ne' meno mi innamorari e furono aggiunti al marasma. divennero malattia e non più cura.
sono miei, i cure, ho il mio modo di sentirli, di volerli, di lasciarmi cullare da loro, da lui, con la dolcezza o la ruvidezza che in quel momento mi permetto.

penso all'amore. ci sono amori che colpiscono come saette, altri invece sono lenti come il mare a mangiare gli scogli. penso che il primo tipo di amore sia il mio. penso che al secondo io sia sempre sfuggito perchè non sono scoglio ne' mare. sono acciaio freddo. non sono fatto per quel tipo di amore.

penso ai cure e all'amore. ripenso al libro che ho appena letto. divorato. bellissimo.
mi cullo un po' nei miei pensieri
prima di ripartire.

un respiro
un respiro ancora
ecco
si ricomincia a vivere
i'm free no more

Tue, May. 17th, 2005, 12:05 am

navigare tra i propri vecchi post è perdersi nel mare della propria coscienza. tra cambiamenti e desideri e sogni tutti puntualmente disillusi.
sono sempre io eppure sono mille miglia lontano da quello che ero

to be a kangooroo to be a spider methamorphosys is coming

tutto scorre, niente è uguale a sè stesso. oppure invece noi restiamo sempre in qualche modo maledettamente legati all'idea che abbiamo di noi stessi? condannati alla convinzione di cambiare ma all'evidenza di essere immobili come statue?

navigare tra i propri post è farsi del male. è vedere tutto quello che volevamo essere e non siamo diventati. è rivivere quei momenti e ricordare cosa ci hanno lasciato.
il niente di tutto quello a cui dovevano approdare e che invece hanno finito per negare persino a sè stessi.
desideri di desideri.
sono solo in casa. il mio letto è ancora freddo, come due anni fa.
lascio dietro di me una traccia fatta di bit e ricordi.
sottile come la bava di una lumaca. e più luccicante ancora.

Wed, May. 11th, 2005, 08:42 pm

una vita che non posto
una vita che non racconto
una vita che non vivo
è presto detto il perchè
principalmente perchèho in corso una certa smodata quantità di blog
per cui dovrei fare cosa saggia e rimandare tutto in uno
ma non ne ho voglia
è un po' come castrare una delle mie personalità
per cui aspetto in silenzio
che mi venga l'ispirazione
che mi si apra il cuore
torno a scrivere da queste parti, più o meno saltuariamente
e siccome sono pigro copincollo qui e lì cose dagli altri miei blog
tanto si sa sono sempre io
o le labbra gonfie di silenzio e sogni che non vogliono nascere

that's me

Wed, Feb. 2nd, 2005, 06:19 pm

i will no longer write here
i've changed home
and need to change blog too

http://doomgeneration.splinder.com/

will be my new home.
stil works in progress
i'm near
to my tears

p.s. this blog don't close at all
it will remain silent
waiting a day
in wich i will be back
to be for another time
just a stupid dandy

Thu, Dec. 30th, 2004, 12:26 am

i don't like christmas
but it seems nothing can stop me
from buying some stupid present
for parents and so on

i'm lost
lost because i don't know what to do
i don't even know what to want

and is strange to explain this state of mind
impossible to understand too
u have to feel it
to know how is
i'm lost
and old pale shade
of myself
and i'm still here
and i just want
to dream

but i can't

10 most recent